A Ifat 2018, Tomra Sorting Recycling registra un maggiore interesse per le tecnologie di selezione

I nuovi regolamenti più severi e le preoccupazioni dei consumatori si riflettono nelle richieste di informazioni ricevute alla fiera leader per le tecnologie ambientali

 

TOMRA Sorting Recycling ha registrato un grande interesse per le sue tecnologie di selezione basate su sensori in occasione di IFAT 2018, la fiera leader mondiale per le tecnologie ambientali, che si è conclusa il 18 maggio.

L'evento di cinque giorni, capace nelle scorse edizioni di attirare fino a 130.000 persone provenienti da quasi 200 paesi, è stato un successo anche quest'anno. Sono stati tanti i visitatori che hanno visitato lo stand espositivo di TOMRA per conoscere le ultime soluzioni di selezione presentate nelle sezioni "Riciclo dei metalli" e "Rifiuti" e per scoprire le aspettative di TOMRA sulle future innovazioni, nelle aree "Economia circolare" e "Futuro".

Tom Eng, Vice Presidente Senior e Responsabile di TOMRA Sorting Recycling, ha commentato: "L'enorme numero di professionisti del settore che ha partecipato a IFAT 2018 e l'alta qualità delle richieste ricevute da TOMRA dimostrano come la domanda di soluzioni di selezione sia in crescita. Ciò è in parte dovuto alle nuove normative più severe, come la politica cinese della "National Sword", ma riflette anche la crescente consapevolezza ambientale dei consumatori."

"Sempre più paesi in tutto il mondo richiedono tecnologie di selezione e riciclo efficaci e c'è un reale interesse nei progressi futuri che si raggiungeranno grazie all'innovazione tecnologica. TOMRA ritiene che i progressi più significativi consisteranno nella maggiore sofisticazione dell'intelligenza artificiale, che è già integrata nelle macchine TOMRA in misura maggiore rispetto a qualsiasi altro produttore".

 

I pilastri dell'innovazione di TOMRA
La filosofia di TOMRA è ispirata da diversi aspetti dell'innovazione - non solo nelle macchine che TOMRA sviluppa e produce, ma anche nella visione aziendale di un futuro più sostenibile per il nostro pianeta.

La tecnologia innovativa continua a essere al centro dell'attenzione di TOMRA Recycling. Un esempio recente è il nuovo sistema LOD (Laser Object Detection) di TOMRA, in grado di rilevare materiali che la tecnologia a infrarossi NIR (near-infrared) non è in grado di individuare. Ciò consente alle operazioni di riciclo di rifiuti e rottami di raggiungere livelli di purezza del prodotto finale prima irraggiungibili - un vantaggio ancora più desiderabile ora che la Cina ha introdotto la sua severa politica della "National Sword", che vieta l'importazione di 24 tipi di rifiuti solidi, tra cui varie materie plastiche e carte miste non differenziate. Un altro esempio recente della tecnologia innovativa di TOMRA è AUTOSORT BLACK, la prima macchina per il recupero di preziosi polimeri neri dai materiali di imballaggio.

Un altro pilastro dell'innovazione è costituito dagli sviluppi rivoluzionari in un'ampia gamma di applicazioni. Ne è un buon esempio il modo in cui TOMRA Sorting Solutions ha migliorato AUTOSORT fino a rendere possibile la separazione delle vaschette in PET monostrato dalle bottiglie in PET. Questa nuova applicazione migliora la precedente capacità di AUTOSORT di separare le vaschette multistrato.

Continuando a focalizzarsi sul futuro dell'innovazione, TOMRA ha compiuto grandi passi avanti nell'ulteriore miglioramento del suo approccio digitale a supporto dei clienti. A dimostrazione di ciò, la postazione di consulenza a tema "Futuro" presso lo stand IFAT di TOMRA ha permesso ai visitatori di interagire con i dati in tempo reale utilizzando TOMRA Insight. Questo sofisticato software e sistema telematico fornisce ai clienti informazioni remote e in tempo reale sulla gestione e sulle prestazioni delle loro macchine per il riciclo.

L'economia circolare continua a guidare l'impegno di TOMRA verso un futuro sostenibile. A titolo esemplificativo, nel 2017 TOMRA ha sottoscritto la New Plastics Economy, un'iniziativa triennale guidata dalla Fondazione Ellen MacArthur. Questa riunisce aziende, governi, scienziati e cittadini per accelerare la transizione verso un sistema globale delle materie plastiche guidato dai principi dell'economia circolare.

Share