IVECO protagonista dello sviluppo della rete distributiva di LNG

Dalla nascita del primo punto di distribuzione, Iveco si dimostra sempre più "il tuo partner per un trasporto sostenibile", in un paio di anni si è costituita una rete capillare su scala nazionale, che oggi finalmente raggiunge anche il Sud Italia

La nuova stazione di servizio
a Salerno apre la strada alla distribuzione di LNG nel Sud Italia
La cerimonia è stata anche l'occasione per IVECO e MECAR di effettuare cinque importanti consegne per un totale di 42 Nuovi Stralis NP 460 cv.
È stata inaugurata il 21 giugno a Salerno la prima stazione di rifornimento di gas naturale liquefatto (LNG) della Campania, ubicata sul raccordo Salerno-Avellino, nell'area di servizio Baronissi Est, gestita da C. Galdieri & Figli.
Un progetto che porta a 22 il numero totale di stazioni in tutto il territorio italiano e che acquista un'importanza strategica nello sviluppo della rete distributiva di LNG grazie alla sua ubicazione geografica, che copre un'area fino a oggi non ancora strutturata in tal senso, in corrispondenza di un'arteria di traffico fondamentale per il sud Italia e per le grandi direttrici del trasporto pesante.
Un'innovazione radicale per la regione Campania, fortemente promossa dal concessionario di zona IVECO MECAR che sposa a pieno la filosofia IVECO, da anni impegnata in una campagna di informazione e promozione sul tema dell'eco-sostenibilità dei trasporti pesanti.
Due importanti realtà imprenditoriali del territorio danno dunque il via a una partnership che vedrà da un lato la C. Galdieri & Figli gestire la stazione, erogando metano liquido, dall'altro la MECAR fornire tutti i servizi di manutenzione e riparazione necessari ai veicoli LNG che vi transiteranno. La stazione di rifornimento si estende su 45.000 mq, interamente eco-sostenibili grazie all'impianto con pannelli fotovoltaici per la produzione di energia rinnovabile, con ampi parcheggi per la sosta dei truck, bagni con docce, rifornimento dedicato per AdBlue, e naturalmente un'isola dedicata per LNG, con personale autorizzato, che consentirà il doppio rifornimento dei camion.
Comune intento di IVECO, Mecar e C. Galdieri & Figli è favorire la diffusione di questo combustibile alternativo che permette di abbattere, nel caso specifico dell'utilizzo dello Stralis NP 460 cv, le emissioni di particolato del 99% rispetto ai limiti Euro VI, fino al 15% quelle di CO2 rispetto all'equivalente diesel e diminuire sensibilmente l'inquinamento acustico generato dai mezzi tradizionali, nonché del Costo Totale di Esercizio (TCO) del veicolo.
Attraverso l'introduzione sul mercato della gamma Stralis NP, vincitrice del Low Carbon Truck e progettata espressamente per le lunghe distanze, IVECO oggi offre al mercato l'unica soluzione possibile e immediatamente attuabile per un trasporto stradale delle merci a bassissimo impatto, che risponde contemporaneamente ai sempre più rigorosi obiettivi di sostenibilità ambientale e alle esigenze operative di trasporto su lunghe percorrenze. Contestualmente, con la sua presenza e proattività, fornisce un contribuito significativo a facilitare e accelerare il processo di diffusione della cultura del gas naturale, sensibilizzando e coinvolgendo tutti i principali attori del settore e promuovendo una serie di azioni come l'apertura delle prime stazioni di rifornimento di questo carburante alternativo. Dalla nascita del primo punto di distribuzione, in un paio di anni si è costituita una rete capillare su scala nazionale, che oggi finalmente raggiunge anche il Sud Italia.
La cerimonia di Salerno è stata anche l'occasione per IVECO e MECAR di effettuare cinque importanti consegne per un totale di 42 Nuovi Stralis NP 460 cv, dei quali 10 alla SMET, che in questo modo fa salire al 15% la percentuale di veicoli alimentati a LNG della sua flotta; 15 a Trans Italia anch'essa con il 15% di veicoli green nel suo parco; 7 alla Casilli Enterprise che a poco meno di un anno dall'acquisto dello Stralis NP 400 cv aumenta la sua flotta di 50 mezzi con 7 nuovi Stralis NP 460 cv, arrivando ad avere il 28% dei veicoli ad alimentazione a gas naturale; 7 a Tran Isole e infine 3 a La Sud frigo, che raggiunge così il 31% di flotta alimentata a LNG.
Ogni giorno che passa, Iveco si dimostra sempre più "il tuo partner per un trasporto sostenibile", portabandiera di un'Italia che vince grazie a tecnologia, innovazione e massima attenzione per l'ambiente.
L'ampia offerta di prodotto prevede il Daily, veicolo che copre dalle 3 alle 7,2 tonnellate di peso totale a terra, l'Eurocargo, dalle 6 alle 19 tonnellate, il Trakker (dedicato alle attività off-road) e lo Stralis, oltre le 16 tonnellate. Inoltre, con il marchio IVECO Astra, costruisce veicoli cava-cantiere e veicoli speciali.


IVECO consegna a milano 11 Stralis LNG, al servizio dei grandi marchi Italiani

Undici trattori Stralis NP alimentati a gas naturale liquefatto sono stati consegnati, all’azienda Autotrasporti Capozi, che ha scelto di implementare la sua flotta al servizio di aziende leader di mercato italiane come Esselunga, Ferrero, Barilla e Granarolo, impegnate a offrire anche su questo versante il suo contributo alla causa ambientale. La cerimonia si è svolta in giugno a Milano, presso la sede della società, alla presenza dell’Amministratore Delegato, Francesco Capozi, di Fabio Pellegrinelli, Business Gas Development Manager IVECO per il Mercato Italia, Stefano Laggetta e Paolo Capitani, rispettivamente General Manager e Responsabile Commerciale della Milano Industrial SpA, la concessionaria IVECO di riferimento, che ha supportato il cliente nell’acquisto dei veicoli.
Gli Stralis acquistati rispondono efficacemente alle necessità del cliente e coniugano elevate prestazioni con la massima sostenibilità: si tratta di tre modelli AS440S40T/P e otto modelli AS440S46T/P, tutti con doppio serbatoio LNG, progettati espressamente per le missioni a lungo raggio, che vantano una tecnologia orientata al risparmio di carburante attraverso una serie di soluzioni come il sistema Eco Switch, il rapporto al ponte ottimizzato, pneumatici eco-compatibili con bassa resistenza al rotolamento e sistema Driving Style Evaluation. Sostenibilità, riduzione del costo Totale di Esercizio (TCO), sensibile diminuzione dell’azione inquinante e prestazioni garantite - grazie a motorizzazioni Cursor 9 (per il 400 cv) e Cursor 13 (per il 460 cv), un cambio automatizzato di ultima generazione con la funzione di guida predittiva - fanno di questo veicolo, già premiato con il titolo di “Low Carbon Truck of the Year” nel Regno Unito, il partner ideale per trasportatori e flottisti, a dimostrazione che per IVECO la tecnologia del gas liquefatto è una realtà concreta e praticata, scelta e collaudata. I veicoli scelti dall’ Autotrasporti Capozi potranno effettuare rifornimento presso la stazione di Parma (Fidenza) sulla tratta Milano-Bologna, dove verranno utilizzati.

Share