Soluzioni efficaci per preservare l'ambiente, il progetto "su misura" di Forrec

I diversi punti di forza che caratterizzano il lavoro di Forrec, sempre finalizzato alla ricerca di soluzioni efficaci per preservare l'ambiente, sono semplicemente riassunti nel prefisso "RE-" che primariamente rimanda al Recycling, ambito di cui si occupa l'azienda, ma c'è di più...

Le RElationship che Forrec vuole instaurare con i clienti sono fondamentali per condividere esperienze e necessità cercando di incontrare le aspettative in termini di affidabilità, performance e costi di gestione. Un incontro che assume il sapore del "Made in Italy" e racchiude il "saper fare" di addetti ai lavori che da decenni sono inseriti nelle dinamiche ambientali.
La REsearch continua supportata da un ufficio tecnico composto da 9 ingegneri, da partner tecnologici e dalla volontà di essere sempre aggiornati su normative e trend di mercato.
La REalization di macchine ed impianti completi "su misura", con soluzioni che sono uniche come il DNA, dimostrando flessibilità e attenzione alle necessità, senza sottovalutare la conoscenza derivata dall'esperienza del cliente nei diversi settori.

Ma Forrec è anche di più, 60 differenti modelli di macchine e impianti chiavi-in-mano per qualsiasi tipo di rifiuto solido urbano e industriale e un'azienda REactive, coadiuvata dalla presenza di squadre di assistenza presso il cliente, call center, assistenza remota e magazzino ricambi fornito per manutenzioni programmate ed emergenze.
Molti gli orizzonti esplorati e moltissimi i traguardi raggiunti, in modo particolare negli ultimi due anni, tempo in cui l'azienda ha realizzato alcuni progetti ambiziosi e importanti come quelli che riguardano il trattamento del MSW (municipal solid waste o rifiuto solido urbano) il 2017 è stato un anno di grandi traguardi e conferme anche nel settore del rifiuto elettrico ed elettronico: due importanti aziende francesi hanno scelto la tecnologia e l'esperienza Forrec applicata al trattamento dei frigoriferi per la realizzazione dei loro impianti che saranno i più grandi al mondo per capacità in ingresso: 120 frigoriferi/ora.

Le linee si caratterizzano per la gestione finale del gas estratto durante il processo: il primo impianto, che sarà operativo entro maggio 2018, utilizza un innovativo e sofisticato sistema di termodistruzione del gas direttamente in loco; il secondo impianto, che sarà operativo per la fine dell'estate 2018, applica il tradizionale sistema criogenico (ad azoto) già sperimentato e attualmente operativo in diversi impianti Forrec in tutto il mondo.
Forrec conferma la propria leadership nel settore Raee in particolare nel segmento frigoriferi inclusi i sistemi di condizionamento e gli scaldabagno o boiler, trattamento peculiare che solo gli impianti Forrec riescono a garantire grazie al continuo aggiornamento tecnologico e alla flessibilità di affiancarsi al proprio cliente nella definizione e realizzazione dei progetti.

Parallelamente alla progettazione di linee complete, l'azienda si focalizza anche sulla realizzazione di macchine singole che rimangono il fulcro della produzione.
Alla fiera Ecomondo di Rimini, a novembre, Forrec ha infatti presentato il macinatore monoalbero modello X3000M. La macchina è stata progettata per la lavorazione e il trattamento efficace di rifiuti solidi anche ad alta densità, utilizzata su una vasta gamma di materiali, tra cui: plastiche, legno, carta e rifiuto solido urbano e offre una portata fino a 5 ton/h con una griglia da 30 mm.
Il modello esposto in fiera è stato prodotto per uno storico cliente Forrec, non si tratta infatti di un prototipo, ma della seconda macchina acquistata in circa 8 mesi, i risultati ottenuti dal primo macchinario hanno impressionato e convinto.

La geometria costruttiva di questo macinatore presenta importanti accorgimenti tecnici, come: porta frontale, per un più facile accesso alla macchina; spintori idraulici indipendenti, ciascuno dotato di una propria centrale idraulica; tenute laterali spiralate, per un processo di lavorazione più sicuro; struttura più ergonomica, che facilita la manutenzione.
Anche la motorizzazione del modello X3000M è caratterizzata da numerosi vantaggi, primo fra tutti la presenza di un riduttore a catena al posto di uno ad ingranaggi. Questa scelta risolve i problemi di rottura della catena a causa delle vibrazioni, offrendo allo stesso tempo una maggiore sicurezza.
La gamma di prodotti è tuttavia sempre in evoluzione e da qualche anno Forrec ha aggiunto il mulino a martelli alle proprie tecnologie, inserendolo con successo all'interno degli impianti di trattamento Raee (R4), dei motori elettrici e dei metalli ferrosi e non.

 

Share