Iveco: la proposta presentata pochi giorni fa per un regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio dell'Unione Europea per i nuovi veicoli pesanti

La proposta di un regolamento che definisca standard sulle emissioni di CO2 dei nuovi veicoli pesanti che la Commissione Europea ha presentato lo scorso 17 Maggio al Parlamento Europeo e al Consiglio dell'Unione Europea rientra nell'ambito del contributo che può dare il settore dei trasporti su strada al raggiungimento degli obiettivi concordati di riduzione delle emissioni di gas serra.
La proposta della Commissione definisce obiettivi estremamente ambiziosi e una riduzione delle emissioni due volte più rapida di quella già ottenuta, con ottimi risultati, negli anni precedenti. Se i limiti proposti saranno confermati, alcune tecnologie innovative già disponibili sono destinate a svolgere un ruolo di grande importanza. Una di queste è quella legata all'uso di gas naturale liquefatto il cui sviluppo, negli ultimi anni, è stato perseguito con decisione da IVECO, come la stessa Commissione ha riconosciuto.

La proposta identifica il carburante LNG come "alternativo al diesel per i veicoli pesanti. L'implementazione delle attuali tecnologie basate sull'LNG e di quelle, ancora più innovative, di cui si prevede l'arrivo consentirà di raggiungere gli obiettivi sulle emissioni di CO2 a breve e medio termine e questo perché l'impiego di LNG riduce le emissioni di CO2 rispetto al diesel [...] Inoltre, le tecnologie già disponibili basate sul questo nuovo carburante assicurano un basso livello di emissioni inquinanti dell'aria come, ad esempio, NOx e particolato. L'attuale rete di rifornimento, pur non essendo molto estesa, è comunque sufficiente e, nell'ambito delle politiche nazionali mirate alla creazione di infrastrutture per carburanti alternativi, se ne prevede un ulteriore ampliamento."

Pierre Lahutte, IVECO Brand President, ha affermato: "La proposta della Commissione Europea supporta la nostra strategia a lungo termine per il trasporto sostenibile che ha visto IVECO tra i pionieri nell'uso di LNG per i veicoli pesanti. Il numero di veicoli IVECO alimentati a gas naturale che viaggia sulle strade di tutta Europa dimostra chiaramente che questo carburante rappresenta una reale alternativa al diesel, sia dal punto di vista funzionale che in termini di redditività; questo carburante, inoltre, assicura una straordinaria sostenibilità ambientale e può contribuire a raggiungere obiettivi così rigorosi."

La capacità dei camion a gas naturale di IVECO di ridurre le emissioni di NOx e CO2 è stata recentemente dimostrata nell'ambito del progetto Equilibre, un'iniziativa dei trasportatori francesi per misurare le emissioni dei camion in condizioni operative reali. I test, effettuati anche con camion Stralis NP da 44 t, hanno dimostrato una riduzione dei NOx compresa tra il 40 e il 64% rispetto al diesel, oltre che un calo del 20% di CO2. Con l'uso del biometano generato dai rifiuti organici, la riduzione può arrivare all'80% e al 95% con gli scarti agricoli. Questo risultato è una riprova di come il biometano possa spalancare le porte a un'economia circolare basata sulla generazione di energia dai rifiuti supportando, nel contempo, l'indipendenza energetica dei paesi europei e la redditività delle aziende agricole.

La proposta è l'ultima di una serie di eventi che hanno avvalorato la visione lungimirante di IVECO in materia di trasporto sostenibile. Recentemente, in occasione della High-level Conference on Financing Sustainable Growth organizzata dalla Commissione Europea, la Francia ha richiesto la conversione al gas dei parchi di veicoli pesanti. In concerto con altre attività mirate a operare un reale cambiamento nel settore, la Germania ha prolungato fino al 2026 la riduzione delle imposte sul gas naturale e il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture Digitali (BMVI) ha identificato il gas naturale liquefatto (LNG) come l'unica alternativa concreta al diesel, almeno fino all'arrivo dei sistemi a idrogeno previsti nella sua "Iniziativa per l'ecocompatibilità del trasporto su strada". In Italia, la Strategia Energetica Nazionale vede lo sviluppo del LNG come un pilastro del trasporto sostenibile e prevede l'implementazione di misure volte a favorire la circolazione dei veicoli a biometano.

La transizione energetica nel settore dei trasporti è un processo ormai avviato e IVECO, con la sua tecnologia Natural Power, si pone all'avanguardia. Con il suo Stralis NP460, proclamato Low Carbon Truck of the Year nel Regno Unito, apre la strada al trasporto sostenibile su lunghe distanze. Si tratta del primo camion a gas naturale sviluppato specificamente per lunghe percorrenze, grazie all'esclusiva combinazione tra potenza (460 hp), risparmio di carburante (-15% rispetto al diesel) e autonomia (1.600 km). Inoltre contribuisce all'abbattimento dell'inquinamento acustico, grazie al suo funzionamento estremamente silenzioso, con emissioni inferiori a 71 dBA. È l'unica gamma completa di camion pesanti a gas naturale, con cambio automatico di ultima generazione e funzioni di guida predittiva, in grado di adattarsi ai compiti più esigenti - che si tratti di coprire lunghe distanze o supportare le attività dei cantieri edili - offrendo agli operatori del settore il vantaggio di poter contare su una logistica realmente sostenibile.


IVECO - un'offerta completa di veicoli a gas naturale

La gamma Natural Power di IVECO è il risultato di una strategia di sviluppo del prodotto che mira a fornire ai clienti veicoli che supportino il loro impegno verso la sostenibilità ambientale ed economica assicurando, nel contempo, un ambiente di lavoro ottimale per gli autisti. Questi veicoli possono circolare tranquillamente durante i periodi di limitazione del traffico per il superamento dei limiti di inquinamento e nei centrocittà, sia oggi che in futuro, quando molte capitali europee metteranno al bando i diesel. IVECO è l'unico costruttore che offre una gamma completa di modelli a gas naturale, dai veicoli commerciali leggeri ai camion pesanti fino a 50 t di MTC, senza dimenticare gli autobus. La sua propensione all'innovazione e la sua attenzione alle nuove tecnologie hanno posizionato il marchio alla testa del mercato europeo per i veicoli a carburante alternativo, con la più grande quota di mercato. Attualmente, il parco operativo di Iveco conta oltre 25.000 veicoli a trazione alternativa, di cui 6.000 dedicati al trasporto pubblico e oltre 6.000 camion pesanti oltre 18 t di MTT.

 

 

 

Share