Holcim: come l’innovazione di processo produce sviluppo sostenibile a sostegno dell’economia circolare

Holcim ha raccontato la sua esperienza di economia circolare all'evento dedicato a questo importante tema nell'ambito degli Open Lab organizzati da Confindustria Como nella cornice del Progetto Smart. Sostenibilità e responsabilità parole chiave.

La cornice è l'evento dal titolo "L'economia circolare: un'opportunità di crescita per la competitività delle imprese. Dalla teoria alla pratica" organizzato nell'ambito del progetto Smart (Strategie sostenibili e Modelli di Aziende Responsabili nel Territorio) che intende mettere a sistema le best practice che esistono sul territorio transfrontaliero e offrire strumenti operativi, esperienze e competenze, valorizzando l'impegno e i benefici che la responsabilità sociale comporta per le imprese e per la comunità.
L'incontro, che si è svolto il 16 Maggio presso Confindustria Como vuole illustrare le potenzialità dell'economia circolare come percorso virtuoso per le imprese che operano sul territorio e come scelta strategica per valorizzare il loro "saper fare" .
Holcim (Italia) ha raccontato come concretizza il suo "saper fare" :la produzione del cemento contribuisce a chiudere il ciclo dell'economia circolare ed attraverso il co-processing diventa più sostenibile. Elementi chiave: recupero di materia e risparmio di CO2.

L'economia circolare si basa sul concetto che ogni prodotto o servizio, in qualsiasi fase della sua vita, sia una risorsa che crea valore e propone un cambiamento sistemico, che interessa tutti i settori e tutte le fasi produttive: la progettazione del prodotto, i modelli di business, i flussi di risorse, la creazione di valore, fino ad una nuova cultura del consumo per i cittadini.
Attraverso un approccio circolare l'intero tessuto economico-sociale ne guadagna in termini di competitività, innovazione, risparmio di risorse e occupazione.
In quest'ottica Holcim (Italia) ha portato la sua esperienza a riguardo raccontando come un cementificio riduce l'utilizzo di materie prime naturali e combustibili fossili attraverso l'attenta selezione di AFR (Alternative Fuels e Raw Materials). Questo processo viene definito co-processing e consente il recupero di materia ed energia dai rifiuti. Luca Danuvola, direttore di produzione di Holcim (Italia), ha illustrato come la produzione di cemento contribuisce a chiudere il ciclo dell'economia circolare e produce sviluppo sostenibile consentendo meno emissioni di CO2 e la chiusura del ciclo dei materiali.
Nella gestione di questa tecnologia Holcim si avvale di un partner di cui detiene il controllo e che essendo al 100% appartenente al gruppo consente di contare sulla garanzia di personale formato, investimenti specifici, controllo dei fornitori e piena tracciabilità. Geocycle (Italia), attiva da oltre 30 anni nella gestione sostenibile e responsabile dei rifiuti, è stata tra i pionieri dell'implementazione dei principi della circular economy.

Share